Negli ordinamenti giuridici moderni, il diritto di difesa è uno dei principali diritti riconosciuti. Ma sapete esattamente cos’è e come viene regolato? Leggete il nostro articolo per saperne di più!


Che Cos’è il Diritto di Difesa?

Il diritto di difesa è un diritto inviolabile, in qualsiasi stato e grado del procedimento. Esso comprende un insieme di attività volte a sostenere le ragioni di una parte in un giudizio e a controbattere quelle avversarie.

Si tratta di un diritto costituzionalmente garantito in quanto è volto ad esercitare tutte le necessarie difese in condizioni di uguaglianza con le altre parti del giudizio.

Questo diritto appartiene ad ogni cittadino anche a prescindere dall’instaurazione di un vero e proprio processo. Infatti, affinché esso operi, non è necessario che l’interessato sia chiamato dinanzi al giudice. Il diritto di difendersi si ha anche, ad esempio, dinanzi all’attività investigativa del P.M. o della polizia giudiziaria.

Come si Esercita?

In ambito penale, il diritto di difesa si può manifestare in vari modi. Si può esercitare durante l’interrogatorio dell’indagato, prima del quale quest’ultimo deve essere sempre avvertito che:

  • le sue dichiarazioni potranno sempre essere utilizzate nei suoi confronti
  • ha la facoltà di non rispondere ad alcuna domanda, ma comunque il procedimento seguirà il suo corso
  • se renderà dichiarazioni su fatti che riguardano la responsabilità di altri, assumerà, in ordine a tali fatti, l’ufficio di testimone

In generale, il diritto di difesa si articola nel diritto di tacere, di nominare uno o due difensori o, in mancanza, di essere assistito da un difensore di ufficio, di conferire con il proprio avvocato in ogni stato e grado del procedimento, nel diritto alla prova, alla contestazione del fatto e, infine, di garantire ai non abbienti i mezzi per agire e difendersi davanti a ogni giurisdizione.

Come Viene Regolato?

Il diritto di difesa è regolato dall’articolo 24 della Costituzione che recita: “Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado di procedimento. Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione. La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.”

I diritti affermati in questo articolo sono tre:

  1. l’inviolabilità del diritto alla difesa
  2. il diritto alla difesa gratuita
  3. il diritto al risarcimento

L’articolo in esame garantisce l’eguaglianza e la pace tra tutti i cittadini perché impedisce che si faccia giustizia da sé. Inoltre, esso pone i principi base della tutela giurisdizionale, sancendo che tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti, che la difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento, che a tutti sono forniti i mezzi per potersi difendere e, infine, una riserva di legge per disciplinare la riparazione degli errori giudiziari.

Riguardo quest’ultimo aspetto, viene imposto allo Stato di prevedere degli istituti che assicurino il patrocinio a spese dello Stato per l’assistenza giudiziaria dei non abbienti, cioè delle persone economicamente svantaggiate in modo tale da rendere la giustizia accessibile a tutti.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguire e a leggere i nostri glossari giuridici per rimanere sempre aggiornato!

46 Condivisioni
Share46
Share
Tweet
WhatsApp