Studentessa E Volontaria: Il Racconto Di Carla

“Ho avuto la possbilità di formarmi professionalmente senza perdere di vista il rapporto umano tra avvocato e assistito.”

Il motivo principale che mi ha spinto a collaborare con l’AIVM è la possibilità che questa offre, soprattutto a noi studenti di giurisprudenza, di mettere in pratica quanto appreso durante il nostro percorso universitario aiutando quanti si rivolgono all’associazione in cerca di aiuto.

Sono sempre stata molto interessata al volontariato in generale e questa esperienza rappresenta un ottimo strumento per aiutare gli altri dandomi, inoltre, la possibilità di crescere sia sul piano meramente pratico e professionale, grazie al lavoro sui casi che mi permette di mettermi alla prova per la prima volta con quanto affrontato solo teoricamente negli anni di università, ma anche, e soprattutto, sul piano umano.

Il lavoro diretto sui casi in qualità di volontario di un’associazione che si occupa di diritti civili da la possibilità a noi giovani di formarci professionalmente senza perdere di vista il rapporto umano tra avvocato e assistito, di acquisire delle qualità che ci permetteranno di affrontare il nostro futuro lavorativo con una diversa sensibilità. Questo è il valore aggiunto che un’esperienza in AIVM offre ai suoi volontari.

Carla

AIVM (Associazione Italiana Vittime di Malagiustizia)

Iscritta al Registro Provinciale delle Associazioni senza scopo di lucro della provincia di Milano, con il numero 409. C.F. 97613360151

(+39) 02 66715134

Piazza Luigi di Savoia 22, Milano