Legnini, Vicepresidente Del Csm: "Stop Alla Spettacolarizzazione Dei Processi E No Alla Separazione Delle Carriere"

“Stop alla spettacolarizzazione dei processi e no alla separazione delle carriere tra giudici e Pm”. Si sono espressi così Giovanni Legnini, vicepresidente del Csm, e Mario Canzio, presidente della Corte di Cassazione, dal palco del meeting di Rimini su due dei temi più caldi degli ultimi giorni.

Fonti:

Sole 24 Ore 24 agosto 2016:

 articolo-sole-24-ore-24-agosto-legnini

Articolo de La Repubblica del 24 agosto 2016:

Legnini: “Basta con i processi fatti sui media”

«Bisogna superare la stagione della spettacolarizzazione e mediatizzazione dei processi». Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini in un intervento al meeting di Rimini. Commentando le critiche ricevute dal Pm di Ragusa Pietralia per il mancato fermo del cittadino indiano accusato di aver rapito una bambina di 5 anni, Legnini ha riferito di aver chiesto un’informativa al procuratore, che lo ha «assicurato di essersi mosso all’interno delle disposizioni normative». Legnini ha anche parlato del processo di riforma interno delle toghe: «Il governo autonomo della magistratura sta dando il suo contributo, autoriformando regole, introducendo criteri di maggiore trasparenza nelle decisioni, assumendosi il carico del percorso di riforme in materia di giustizia e di organizzazione di una giustizia efficiente».

AIVM (Associazione Italiana Vittime di Malagiustizia)

Iscritta al Registro Provinciale delle Associazioni senza scopo di lucro della provincia di Milano, con il numero 409. C.F. 97613360151

Piazza Luigi di Savoia 22, Milano