3 Fondamentali Film Sulla Malagiustizia Italiana

La malagiustizia è un tema ricorrente nei film hollywoodiani e compare regolarmente sul grande schermo (lo vedremo insieme tra due settimane).

Al contrario, questo genere di denuncia sociale sembra essere poco noto nel cinema italiano.

Fortunatamente esistono alcune buone eccezioni, ve le presentiamo: una novità, un classico nostrano e il resoconto di una storia vera che probabilmente vi siete persi.

Il ragazzo della Giudecca

Il film è tratto dal libro “Quel ragazzo della Giudecca. Un artista alla sbarra“, opera autobiografica scritta dal cantante napoletano, di origini siciliane, Carmelo Zappulla, la cui vita, all’inizio degli anni novanta, venne stravolta dalla testimonianza di un pentito che lo accusò di essere il mandante di un omicidio.

Arrestato con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso e omicidio, Carmelo venne costretto ad abbandonare i palcoscenici internazionali per affrontare 22 difficili giorni in una cella di isolamento.

Rinviato a giudizio con la richiesta di ergastolo, decise di darsi alla latitanza.

  • Anno di uscita: 2016
  • Regia: Alfonso Bergamo
  • Attori: Carmelo Zappulla, Franco Nero, Giancarlo Giannini, Tony Sperandeo, Luigi Diberti, Mario Donatone, Enrica Pintore
  • Durata: 95 min


Detenuto in attesa di giudizio

Il geometra Giuseppe Di Noi, da anni trasferitosi in Svezia, decide di portare in vacanza in Italia la sua famiglia.

Alla frontiera italiana l’uomo viene arrestato senza che gli venga fornita alcuna spiegazione.

Apprende poi di essere accusato di “omicidio colposo preterintenzionale” di un cittadino tedesco.

Di Noi subisce un autentico calvario giudiziario, costellato di trattamenti umilianti.

Occorrono l’ostinazione di sua moglie, l’interessamento del suo avvocato e la benevolenza del magistrato inquirente, per arrivare ad una spiegazione logica: il viadotto di una superstrada costruita anni prima da una ditta dove lavorava come geometra era crollato per cause poi ritenute naturali, causando la morte di un automobilista tedesco in transito.

Di Noi, trasferitosi nel frattempo in Svezia, non rispondendo al mandato, era tecnicamente ritenuto latitante e da ciò l’arresto.

Chiarita la sua posizione, il geometra riacquista la libertà, ma è un uomo segnato, fisicamente e psicologicamente.

  • Anno di uscita: 1972
  • Regia: Nanni Loy
  • Attori: Alberto Sordi, Elga Andersen,Andrea Aureli, Lino Banfi, Gianfelice Bonagura
  • Durata: 102 min


Il fuggiasco

Il film ricostruisce la storia vera di uno studente padovano, Massimo Carlotto, unico testimone di un omicidio avvenuto quando aveva 18 anni, che si ritrova invece accusato di essere l’assassino.

Dopo aver scontato diversi anni di prigione, riesce a fuggire prima in Francia e poi in Messico, dove viene però tradito e riconsegnato in Italia.

Un’odissea legale di 18 anni diventata un caso e che si è interrotta solo nel 1993 con la grazia del Presidente della Repubblica.

  • Anno di uscita: 2003
  • Regia: Andrea Manni
  • Attori: Daniele Liotti, Joaquim de Almeida, Claudia Coli, Alessandro Benvenuti, Francesca De Sapio
  • Durata: 97 min


Li conoscevi? Ti sono piaciuti? Hai visto altri film italiani sulla malagiustizia? Faccelo sapere commentando qui sotto!

AIVM (Associazione Italiana Vittime di Malagiustizia)

Iscritta al Registro Provinciale delle Associazioni senza scopo di lucro della provincia di Milano, con il numero 409. C.F. 97613360151

(+39) 02 66715134

Piazza Luigi di Savoia 22, Milano