Il Rendiconto Dell'Amministratore Di Sostegno

Il rendiconto dell’amministratore di sostegno è un documento che va fatto alla fine di ogni anno di gestione. Leggi questo glossario giuridico per scoprire di cosa si tratta.


L’amministratore di sostegno è una figura prevista dalla Legge n. 6/2004, pensata per tutelare le persone che non riescono a occuparsi dei loro interessi a causa di situazioni gravi a livello fisico o psichico.

Attraverso il rendiconto dell’amministratore di sostegno, il Giudice Tutelare può controllare come sono stati gestiti gli interessi della persona.

Cos’è Il Rendiconto Dell’Amministratore Di Sostegno

Per legge l’amministratore di sostegno è obbligato a fare un rendiconto alla fine di ogni anno di gestione, per permettere al Giudice Tutelare di verificare come sia stata svolta la gestione degli interessi della persona tutelata.

Il rendiconto deve essere presentato entro 60 giorni dalla fine dell’anno, che viene calcolato a partire dalla data in cui la persona ha assunto l’incarico di amministratore.

All’interno del documento bisogna indicare lo stato del patrimonio all’inizio del periodo, riportando:

  • le somme disponibili sui conti correnti;
  • le somme investite;
  • i beni immobili;
  • le auto di cui è intestatario il beneficiario.

Inoltre, devono essere elencate tutte le entrate e le uscite durante l’anno in questione, per mostrare che movimenti ci sono stati, e poi va indicato lo stato del patrimonio alla fine del periodo.

Molti tribunali forniscono dei modelli da poter compilare, in modo da aiutare le persone che devono farlo a non dimenticare nulla.

Approvazione Da Parte Del Giudice Tutelare

Una volta depositato il rendiconto, il Giudice Tutelare lo controlla per poterlo approvare e può stabilire un’indennità per compensare l’amministratore per la sua attività.

Se ci sono dei problemi il giudice può chiedere un chiarimento all’amministratore di sostegno, e se il non sia soddisfatto di come l’amministratore ha gestito gli interessi della persona tutelata, potrebbe decidere di sollevarlo dal suo incarico e nominarne un altro.

Per avere informazioni più dettagliate, leggi il nostro articolo che spiega chi è l’amministratore di sostegno e quali sono i suoi compiti.

20 Condivisioni
Share14
Share
Tweet6
WhatsApp