legge sulla privacy

La legge sulla privacy è un importante strumento di tutela per la riservatezza delle persone e dei loro dati. Scopriamo insieme cos’è e cosa prevede.


Con lo sviluppo dell’economia digitale sono emersi nuovi pericoli per quanto riguarda la diffusione di informazioni relative alle persone.

Per questo vari Stati hanno adottato leggi per proteggere la riservatezza delle persone, detta anche privacy.

L’Unione Europea ha adottato un regolamento detto GDPRGeneral Data Protection Regulation – per uniformare le leggi dei vari Stati membri, tra cui l’Italia, in merito alla protezione dei dati.

Cosa Sono Privacy e Dati Personali

Il termine privacy si riferisce alla riservatezza delle informazioni personali e della propria vita privata.

Nella realtà di oggi, i nostri dati potrebbero essere usati in modi che noi non vorremmo, andando a violare la nostra riservatezza.

La legge sulla privacy protegge i dati personali, e questi sono definiti come qualsiasi informazione riguardante una persona fisica che può essere identificata o identificabile grazie a questi dati. Ad esempio sono informazioni sulle caratteristiche, le abitudini, lo stile di vita, le relazioni personali, lo stato di salute, la sua situazione economica.

Cosa Prevede la Legge Sulla Privacy

La legge sulla privacy serve a prevenire ed evitare la diffusione di informazioni riguardanti la sfera personale e a garantire il diritto delle persone di controllare le proprie informazioni.

Questa legge disciplina il trattamento dei dati personali, che si riferisce a attività come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, l’utilizzo, la diffusione, la cancellazione e la distruzione dei dati.

In questi casi bisogna fornire un’informativa sulla privacy, o privacy policy, che deve essere firmata dalla persona interessata, contenente informazioni come:

  • il nome del soggetto a cui il dato si riferisce e quali sono i suoi diritti;
  • quali dati vengono trattati;
  • in che modo, per quale motivo e per quanto tempo verranno trattati i dati personali;
  • qual è la base giuridica del trattamento;
  • se la consegna dei propri dati personali è obbligatoria o facoltativa;
  • chi è il titolare del trattamento;
  • chi è il responsabile del trattamento.

Si può quindi parlare di violazione del diritto alla privacy se:

  • non viene data l’informativa obbligatoria alla persona interessata;
  • l’informativa non contiene tutti i dati indicati dalla legge;
  • i dati vengono trattati secondo modalità diverse da quelle indicate per legge;
  • i dati vengono diffusi a terzi senza il consenso dell’interessato.

Ti è piaciuto questo approfondimento sulla legge sulla privacy? Continua a leggere gli articoli del nostro glossario giuridico, come quello sul diritto all’immagine sui social network.

11 Condivisioni
Share
Share
Tweet11
WhatsApp